La “pletna”

Raggiungete l’isola con la tipica imbarcazione di Bled, la “pletna”.

La tradizione

Per un giro sul lago o per raggiungere l’isola potete scegliere tra più opzioni: una di esse è la tradizionale barca di Bled chiamata pletna. Note soltanto a Bled, vengono costruite da artigiani del posto fin dal lontano 1590. Le pletne sono riconoscibili per le tettoie in tessuto colorato che protegge dal sole e dalle intemperie.

Quello del barcaiolo (pletnar) è tuttora un mestiere ambito che non può essere esercitato da chiunque. Ai tempi di Maria Teresa i diritti di proprietà delle pletne venivano concessi a quei contadini ai quali erano stati assegnati i terreni di qualità peggiore. Da allora, l’incarico si tramanda di padre in figlio, perciò il mestiere di barcaiolo viene esercitato per più secoli da membri della stessa famiglia. Sul lago di Bled ci sono in tutto 23 pletne. I barcaioli attendono i loro clienti al Parco termale (Zdraviliški park), a Mlino e a Velika Zaka.

Cos’è la “pletna”

Si tratta di un’imbarcazione in legno a fondo piatto ispirato alla gondola veneziana, dalla quale si distingue per alcune peculiarità. La sua prua è appuntita, mentre il ponte è dotato di una soglia che agevola l’ingresso ai passeggeri. La barca è lunga 7 m e larga 2 m e può ospitare 18 persone. Viene manovrata con una speciale tecnica di “rematura in piedi” a due remi.

L’origine del nome

Sull’origine del nome “pletna” vi sono varie teorie. La prima afferma che il nome derivi dal fatto che il tetto era originariamente intrecciato (in sloveno pletena). Un’altra teoria sostiene che il nome deriverebbe dalla parola tedesca “plateboot” che indica una barca a fondo piatto.

Esperienze

  • Raggiungete l’isola di Bled con la pletna e ammirate i panorami davanti a voi.
  • Osservate le ville in riva al Lago di Bled.
  • Esplorate il Lago di Bled e i suoi edifici.

Da vedere

Le attrattive principali