Il Lago di Bled

Scoprite le meraviglie del lago che attira i viaggiatori da tutto il mondo.

La formazione del lago

La particolare forma del lago non č nata per caso. Una volta qui sorgeva una conca tettonica plasmata attraverso gli anni dal ghiacciaio di Bohinj. Il suo avanzamento fu impedito da un enorme masso, scalfito dal ghiacciaio per tanto tempo da formare l’odierna isoletta. Dopo lo scioglimento dei ghiacci, la conca è stata allagata fino a formare il Lago di Bled, che attira anche i sommozzatori per la sua profondità, che a tratti raggiunge i 30 m. Il lago ospita 19 diverse specie di pesci come le carpe, i pesci siluro e le trote, mentre in superficie vivono anatre, cigni e una variegata vegetazione.

Le sorgenti termali

All’origine tettonica del lago non è dovuta soltanto la forma unica del lago. Essa ha contribuito alla formazione di varie sorgenti termali sul versante orientale del lago, la cui temperatura non scende mai sotto i 20°C. Le sorgenti termali sono oggi incluse nelle tre piscine degli alberghi Grand hotel Toplice, Hotel Park e Rikli Balance. Negli Hotel Park e Rikli Balance l’acqua viene ulteriormente scaldata, mentre al Grand hotel Toplice lahko è mantenuta alla temperatura di 22 °C. Qui potete anche attingere l’acqua direttamente dalla sorgente, assaggiarla e constatare i suoi benefici sull’organismo. L’acqua del lago può raggiungere i 25°C in estate, mentre in inverno la temperatura può scendere fino ai 4°C. Negli inverni più rigidi la superficie del lago può persino ghiacciare.

La leggenda sulla formazione del Lago di Bled

In tempi remoti, sul punto dove oggi sorge il lago non c’era acqua bensì una valle erbosa e una montagnola con una roccia intorno alla quale, di notte, danzavano le fate. In quella valle i pastori facevano pascolare le loro greggi intorno alla roccia fatata. Le fate chiesero ai pastori di recintare l’area in cui esse ballavano, in modo che l’erba morbida non mancasse mai. I pastori ignorarono la loro richiesta, finché un giorno la fata più giovane e bella, ballando, inciampò e si ruppe un piede. Le fate, furibonde, chiamarono a sé tutti i torrenti montani che accorsero in valle e la allagarono. Al centro del lago rimase solo la montagnola con la roccia, sulla quale, da quel momento in poi, le fate poterono ballare indisturbate. Sebbene le fate abbiano già lasciato da tempo questi luoghi, ci è rimasto questo bel lago fatato e l’isoletta ai piedi delle montagne. Così è nato l’odierno Lago di Bled.

Esperienze

  • Riposatevi su una delle panchine e ammirate la vista sul lago.
  • Percorrete il sentiero di 6 km intorno al lago o concedetevi un giro in carrozza.
  • D’estate fate una nuotata o dedicatevi a uno degli altri sport acquatici.
  • Raggiungete l’isola con una pletna, la tipica imbarcazione del posto, o con una barca a remi.
  • Fotografate l’alba, la pletna sul lago, l’isola con la chiesetta, il castello e i cigni.
  • Durante gli inverni più rigidi la superficie del lago ghiaccia, permettendo di camminarvi o pattinarvi sopra (se il ghiaccio è sufficientemente spesso, su propria responsabilità).

Da vedere

Le attrattive principali