Il castello di Bled

Scoprite il castello piů antico della Slovenia che vi entusiasmerŕ con il suo ricco passato e le infrastrutture ricche di storia.

Il castello di Bled in passato

Le vicende del castello hanno inizio nel lontano anno 1004, quando l’imperatore tedesco Enrico II donò il possedimenti di Bled ad Albuino, vescovo di Bressanone. Nel punto in cui oggi si trova il castello allora sorgeva solo una torre romanica con le sue mura di protezione. I vescovi costruirono il primo castello, a scopo difensivo, intorno al 1011. I vescovi di Bressanone non vissero mai nel castello, perciò esso non ospitava sale lussuose.
Nel tardo medioevo furono aggiunte delle altre torri a completamento del sistema difensivo del castello, una muraglia e un ponte levatoio sopra il fossato, che è stato poi riempito e oggi non è più visibile.
Il castello è caratterizzato da una doppia struttura: da una parte centrale fortificata, destinata ad abitazione dei signori feudali, e da una parte esterna con le mura e gli edifici destinati alla servitù. Nel 1511 il castello subì gravi danni a causa di un terremoto, ma fu ricostruito nel suo assetto attuale. Le sale del castello sono decorate con stemmi affrescati o scolpiti nella pietra.

Il castello di Bled oggi

Tra il 1951 e il 1961 il castello fu restaurato e nell’edificio destinato alla servitù nel cortile sottostante fu allestita la stamperia del castello; poco più sopra si trova invece la cantina. Nel cortile inferiore si trovano il pozzo scolpito nella roccia, profondo fino a 12 m, la galleria Stolp con mostre che cambiano di mese in mese, la stanza commemorativa dedicata ad Arnold Rikli, la sala dedicata ai musei della regione della Gorenjska e l’arnia del castello con i souvenir a base di prodotti apistici.
Il cortile superiore ospita il museo che illustra la storia di Bled dai primi reperti fino alle varie fasi della costruzione del castello. Gli arredi e l’oggettistica esposti nel museo non appartengono al castello di Bled, ma riflettono le abitudini abitative nelle epoche attraversate dalla sua storia. Un apposito percorso collega il cortile superiore con la cappella, la bottega del fabbro, il negozio dei souvenir e il ristorante.
In estate il cortile del castello ospita numerosi eventi culturali, tra cui spiccano le giornate medievali in cui cavalieri mostrano ai visitatori la vita quotidiana nel medioevo.

La cappella di corte

Tra gli edifici più interessanti di cui si compone il castello è senz’altro la cappella gotica nel cortile superiore, dedicata al vescovo s. Albuino e a s. Ingenuino. Sorta nel secolo XVI, è stata rinnovata in stile barocco alla fine del secolo XVII e ornata con affreschi a trompe-l’-oeil. Accanto all’altare sono ritratti i donatori dei possedimenti di Bled, l’imperatore tedesco Enrico II e sua moglie Cunegonda. I loro ritratti si trovano anche nella chiesa della Madonna sul lago sull’isola di Bled.

Esperienze

  • Ammirate la vista sull’isola di Bled e l’area circostante della Gorenjska con le sue alte vette.
  • Scoprite la pittoresca architettura del castello e la collezione museale che riflette l’evoluzione storica di Bled, della sua cultura e dei suoi abitanti.
  • Scoprite le tradizionali tecniche di stampa manuali nella stamperia del castello e realizzate il vostro documento-ricordo da portare con voi.
  • Riempite una boccetta di vino e sigillatela con la ceralacca nelle cantine del castello.
  • Ammirate le meravigliose creazioni in metallo esposte nella bottega del fabbro.
  • Rifocillatevi nel ristorante del castello e ammirate la stupenda vista.
  • Fermatevi ad ammirare il pozzo nel cortile inferiore.
  • Visitate la mostra nella Galleria Stolp.
  • Visitate la sala dedicata ad Arnold Rikli e quella sui musei della regione Gorenjska.
  • In estate non perdetevi la rievocazione storica medievale.

Da vedere

Le attrattive principali