Chiesa sull'isola

Ogni desiderio può realizzarsi. Suonate la campana dei desideri ed esprimetene uno.

Storia e leggenda

Secondo un'antica leggenda popolare, sul punto dove sorge l'odierna chiesa barocca, si ergeva l'antico tempio dedicato alla dea slava Živa.  Nelle battaglie tra cristiani e pagani il tempio fu completamente distrutto e al suo posto venne eretta una chiesa cristiana.

Gli esperti hanno scoperto sull'isola nel mezzo del lago di Bled reperti preistorici (dall'11° all'8° secolo a.C.) e della colonizzazione slava (dal 9° al 10° secolo). Nell'alto Medioevo, sul punto dove oggi si trova la chiesa, c'era un sito funebre paleocristiano, frequentato probabilmente da antiche popolazioni slave. Vi sono state scoperte, infatti, ben 124 tombe con scheletri risalenti al 10° ed 11° secolo. Intorno allo stesso periodo risalgono anche le fondamenta della cappella preromana, costruita durante la cristianizzazione. Si tratta probabilmente dell'unico esempio di edificio di culto di questo periodo scoperto nel nostro paese. Secondo fonti scritte, la prima chiesa in muratura fu una basilica romanica a tre navate, consacrata nel 1142 da Pellegrino, Patriarca di Aquileia.

Nel 15° secolo la chiesa fu riedificata in stile gotico e furono costruiti un nuovo presbiterio e il campanile a sé stante, nonché fu introdotto un nuovo altare maggiore. La chiesa divenne a navata unica nel 1465, anno in cui fu consacrata dal primo vescovo di Lubiana Žiga Lamberg.

Nel 1509 un terremoto danneggiò l'edificio in maniera talmente grave che si dovette procedere alla sua completa ristrutturazione, questa volta in stile barocco. Della precedente chiesa gotica sono stati conservati soltanto gli affreschi nel presbiterio e la statua lignea della Madonna, che probabilmente ornava l'altare maggiore. 

La chiesa oggi

L'attuale aspetto risale al 17° secolo, quando la chiesa fu ristrutturata dopo un nuovo terremoto. L'altare  maggiore, con bassorilievi dorati, è del 1747, mentre la scultura centrale, raffigurante la  Madonna seduta con accanto i donatori del possedimento di Bled, Enrico II e sua moglie Cunegonda. Gli altari laterali, dedicati a San Sebastiano, a Santa Maddalena e a Sant'Anna, sono della fine del 17° secolo.

Il campanile, costruito nel 15° secolo, è stato più volte restaurato, dato che è rimasto seriamente danneggiato da due terremoti e nel 1688 è stato colpito da un fulmine. L'attuale campanile è alto 54 metri ed ha tre campane, realizzate dal mastro campanaro lubianese Samassa in Franchi. Come la chiesa, anche gli altri edifici, le mura e la scalinata monumentale (99 scalini) hanno mantenuto il loro aspetto risalente al 17° secolo.

La campana dei desideri

Una particolarità della chiesetta sull'isola è »la campana  dei desideri«, del  1534, sull'ultima trave della navata, opera di F. Patavino da Padova. Secondo la leggenda, al castello di Bled viveva la ricca vedova Polissena che, inconsolabile per la morte del marito fece fondere una campanella per la chiesa dell'isola. A causa di un forte temporale l'imbarcazione si capovolse con tutto l'equipaggio e la campana il cui suono si può ancora udire provenire dal fondo del lago.  Alla sua morte il Papa inviò alla chiesetta sull'isola una nuova campana. Chiunque, per  onorare la Madonna, riesca a suonarla, vedrà avverarsi un suo desiderio.

Da ascoltare

Ascoltate i suoni della chiesa – la quiete che si mescola con i colori, uno spruzzo d'acqua dal lago e il rintocco della campana dei desideri vi riempiranno di tranquillità e di nuove speranze.

Bled MyWay vi acconsente di scegliere, controllare e riservare tutte le attività offerte dai fornitori di servizi in un unico posto.
Pianificate le vostre vacanze a Bled su propria misura.

Scopri

I contenuti possono essere aggiunti automaticamene oppure cliccandoli durante la navigazione sulla pagina web.

Scegli

Cliccando sulla x rimuovete le attività che non vi interessano.

Verifica l'offerta

Cliccando il tasto potete scegliere il fornitore dell'attività desiderata e riservarla in un unico posto.